Published On: mer, ago 25th, 2021

AFGHANISTAN: 4.400 i cittadini afghani evacuati dall’inizio dell’operazione Aquila

Share This
Tags

Afghanistan_C130J_Aeronautica-Militare

Sono 4.400 i cittadini afghani evacuati dal Paese asiatico dall’inizio dell’operazione Aquila.
Nella giornata di oggi 1085 persone sono state evacuate da Kabul a bordo dei C130J dell’Aeronautica Militare.
Nella giornata di oggi sono giunti a Fiumicino 2 KC 767, 2 Boeing 737 e 1 C17 con a bordo complessivamente nei cinque voli 1085  cittadini afghani.
Nel pomeriggio a Fiumicino sono arrivati 14 bambini disabili del centro “Pro bambini di Kabul”, 5 suore della missione carità e un sacerdote tratti in salvo dai militari italiani.
Dal giugno scorso, quando con l’operazione Aquila 1 furono portati nel nostro Paese 228 afghani, sono 4.400 i cittadini afghani messi in sicurezza, 3.959 (di cui 921 donne e 1.004 bambini) quelli già giunti in Italia negli ultimi 11 giorni e  circa 400 quelli all’interno dell’aeroporto di Kabul in attesa di partire.
La Difesa ha messo in campo per l’operazione Aquila Omnia, pianificata e diretta dal COVI Comando Operativo di Vertice Interforze, comandato dal Generale Luciano Portolano, 8 aerei, 4 KC767 che si alternano tra l’area di operazione e l’Italia e 4 C130J, questi ultimi dislocati in Kuwait, da cui parte il ponte aereo per Kabul.
Sono oltre 1500 i militari italiani del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI) impegnati su disposizione del ministro della Difesa Lorenzo Guerini in questa complessa operazione per il ponte aereo Roma-Kabul.

About the Author

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.