Published On: ven, gen 11th, 2019

Bari, maltrattamenti in famiglia: tentate estorsione e violenza sessuale

violenza_donneNella tarda mattinata di ieri, i poliziotti del Commissariato Sezionale di P.S. “Bari Nuova – Carrassi” sono intervenuti tempestivamente, a seguito di una segnalazione giunta al 113, presso un’abitazione ove era stata segnalata una lite in atto. Giunti sul posto i poliziotti hanno interrotto una discussione tra 5 persone, tra cui una madre e due suoi figli (una ragazza ed un ragazzo).
Dopo aver sedato gli animi, gli agenti hanno appreso che  il figlio della donna, da poco maggiorenne, l’avrebbe aggredita a seguito del suo rifiuto di consegnargli la somma di venti euro; il giovane avrebbe lanciato contro la stessa un coltello colpendola al piede e, dopo averla minacciata impugnando una grossa forbice, avrebbe anche colpito sua sorella con un pugno al volto.
Il ragazzo era stato poi fermato da un suo zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Le due donne hanno riferito che episodi del genere si ripetono ormai da anni, precisamente dal 2014, con una frequenza pressoché quotidiana: spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate, palpeggiate ed avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.
Il ragazzo, deferirlo all’A.G. per il reato di violenza sessuale, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata; si trova ora rinchiuso presso il carcere di Bari.

La redazione

About the Author

- redattore

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.