Published On: lun, feb 11th, 2019

Bari: pronto il progetto di allestimento della rotatoria tra il ponte Adriatico e viale Tatarella adottata da LIDL

rotatoriaIn vista dell’apertura commerciale del nuovo punto vendita barese prevista nei prossimi giorni, l’azienda LIDL ha formalizzato la richiesta di adozione della rotatoria tra il ponte Adriatico e viale Tatarella, di cui curerà l’allestimento verde e la manutenzione, presentandone il progetto definitivo.

Nello specifico la rotatoria prevede l’allestimento di 300 metri quadri di manto erboso, 500 mq circa di ghiaia, con la piantumazione di 84 piante di lavanda, 76 di rosmarino e 152 piante di stipa tenuissima.

“Ringraziamo quanti in queste ore stanno manifestando la propria disponibilità ad adottare gli spazi comuni per prendersene cura – spiega il sindaco Decaro -. Come comunicato nei giorni scorsi, sono cinque i siti richiesti in adozione da aziende private e dai lavoratori della Multiservizi. Questo ci aiuterà sia sul fronte della manutenzione delle aree verdi sia nel progetto complessivo di riqualificazione e abbellimento della nostra città, anche per quanto riguarda gli spazi minori sugli assi di scorrimento. Rendere una rotatoria un giardino significa anche piantare nuovi alberi e migliorare la qualità dell’aria della città. Voglio ringraziare le aziende private che sempre più numerose stanno dimostrando di voler avviare un rapporto di collaborazione con l’amministrazione nell’interesse della città e del territorio”.

La redazione

About the Author

- redattore

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.