Published On: ven, giu 27th, 2014

Brindisi/2: controlli dei CC nel settore dell’itticoltura. Sequestrati medicinali dopanti e antibiotici in allevamento

carabinieriI carabinieri di Brindisi, con i carabinieri del nucleo ispettorato lavoro Brindisi e tutela della salute di Taranto (Nas), nei giorni scorsi hanno eseguito una serie di controlli  perla prevenzione e repressione del fenomeno del “lavoro nero” e verificare il rispetto delle normative del settore sanitario di aziende che operano nell’itticoltura.

Gli accertamenti e le ispezioni eseguite hanno consentito di denunciare in stato di libertà 5 imprenditori responsabili a vario titolo di violazioni penali e delle leggi speciali.

Le violazioni riscontrate sono la ricettazione di medicinali, la violazione degli obblighi del datore di lavoro di informazione, formazione e addestramento sulla sicurezza sanitaria e la mancata copertura assicurativa dei lavoratori.

La situazione potenzialmente più grave dal punto di vista della salute pubblica è stata riscontrata a Brindisi dove i militari hanno sequestrato, di un’azienda che opera nel settore, 11 confezioni di farmaci tra antibiotici e medicinali ad azione ormonica (dopanti) per uso umano presumibilmente utilizzati per l’allevamento ittico.

Nella stessa azienda è stato eseguito il sequestro sanitario di 120 tonnellate di prodotto ittico.

A Fasano sono state controllate altre due aziende nei cui confronti è stata riscontrata rispettivamente la  presenza di 27 lavoratori, tutti regolarmente assunti, ma privi della visita medica preventiva relativa alla sorveglianza sanitaria da parte del datore di lavoro, e la presenza di 1 dipendente non regolarmente ingaggiato, nonché la mancanza della visita medica preventiva relativa alla sorveglianza sanitaria da parte del datore di lavoro.

Comando Provinciale CC Brindisi

About the Author

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.