Published On: mer, mar 18th, 2020

Da stasera l’illuminazione della Muraglia con i colori della bandiera tricolore per aderire all’iniziativa della presidenza del Consiglio dei Ministri

Share This
Tags

muraglia enelA partire da questa sera, mercoledì 18 marzo, dalle ore 18.30, il sindaco di Bari, Antonio Decaro , ha disposto l’illuminazione temporanea con luce policromatica con i colori della bandiera nazionale della Muraglia (Via Venezia). Nei prossimi giorni si illuminerà anche la Torre della Città Metropolitana.
Questa iniziativa unirà Bari a tutte le altre città italiane che hanno scelto di aderire all’iniziativa del  presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, che nella giornata di ieri ha disposto l’illuminazione della facciata di Palazzo Chigi con la luce “tricolore” fino al termine del periodo emergenziale che l’intero Paese sta vivendo per contrastare e contenere la pandemia da coronavirus.
“Anche Bari, con le sue istituzioni, sia il Comune sia la Città Metropolitana, vuole partecipare a questa iniziativa che, seppur simbolica,
unirà tutta l’Italia in un gesto di speranza e di futuro – spiega il sindaco *Decaro *-. In questo momento tutti i gesti o le iniziative che ci
fanno sentire una comunità unita sono benaccetti. Per questo abbiamo accolto con molto piacere l’invito del presidente del Consiglio Conte ad illuminare con il nostro tricolore i luoghi simbolo delle nostre città, a dimostrazione che l’Italia è in questo momento unita e impegnata da nord a sud in un unico obiettivo”.

About the Author

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.