Published On: ven, nov 23rd, 2018

“Giancaspro non truffò Paparesta”

Share This
Tags

giancaspro-bari-calcio

BARI – L’acquisto della società calcistica FC Bari 1908 da parte di Cosmo Giancaspro non fu frutto di raggiri penalmente rilevanti ai danni dell’ex socio Gianluca Paparesta.

A dirlo è la Procura di Bari che ha chiesto l’archiviazione del procedimento nei confronti di Giancaspro accusato di usura, estorsione, truffa e falso. Le indagini della Guardia di Finanza, coordinate dal pm Bruna Manganelli, sono partite nel novembre 2016 dopo la denuncia fatta da Paparesta nei confronti di Giancaspro, di alcuni funzionari della Banca Popolare di Bari, di un notaio e di un avvocato. Tutte vicende che, secondo la Procura, non hanno rilievo penale. Per il pm si tratta di una “questione societaria e civilistica che merita approfondimento nelle sedi competenti”. Paparesta, assistito dall’avvocato Nicola Quaranta, sta valutando se opporsi all’archiviazione.

About the Author

- Sono un ragazzo di 20 anni. Studente universitario di giorno, aspirante giornalista di notte.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.