Published On: mer, ott 30th, 2013

Giorgio Napolitano a Bari

Oggi è stata una giornata importante per Bari, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è stato accolto alle 10.50 al Palazzo ex Enel per la cerimonia di intitolazione agli architetti Vittorio Chiaia e Massimo Napolitano.E’proprio in questa nuova struttura che gli studenti di scienze della formazione seguiranno le lezioni.
Durante il corso della giornata il presidente ha scoperto una targa in onore del fratello in presenza delle maggiori personalità pugliesi: il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, del presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicepresidente della Provincia di Bari, Nuccio Altieri, del sindaco di Bari, Michele Emiliano, del rettore dell’Università degli Studi di Bari, Corrado Petrocelli e dei familiari del presidente.
Il Presidente della Repubblica di fronte alle domande dei giornalisti che gli hanno chiesto di rispondere alle affermazioni avanzate da Beppe Grillo, ha detto di essersi presentato nell’Aula Magna dell’Ateneo barese ‘Aldo Cossu’ per una riflessione su Mezzogiorno e cultura e non per parlare di altro.
Oltre al rettore Corrado Petrocelli, al convegno erano presenti il ministro dei Beni culturali Massimo Bray, il presidente di Confindustria Mezzogiorno, Alessandro Laterza e il presidente di Federculture Roberto Grossi. Mentre il Presidente della Repubblica si recava al convegno la gente lo ha aspettato vicino alle barricate contestando il suo operato e invitandolo a dimettersi dalla sua carica politica, altri cittadini gli hanno stretto la mano.

Fabia Tonazzi

About the Author

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.