Published On: gio, nov 15th, 2012

Legge di stabilità (detrazioni per le famiglie)

Approvata la legge di stabilita’ e la legge di bilancio dalla commissione (Bilancio) della Camera, oggi le stesse approderanno in Parlamento per la relativa approvazione.

A seguito di numerosi emendamenti presentati dalle forze politiche, (e a seguito della risonanza negativa che aveva riscosso l’originario disegno) le disposizioni ivi contenute hanno subito una modifica, che, per quanto non risolutive rispetto il parametro di equita’ sociale, stabiliscono (sotto il profilo di maggior interesse) l’innalzamento l’aliquota delle detrazioni per i figli sotto i tre anni sino a 1.220 euro e incrementa di ulteriori 400 euro quelle per i disabili. 

La commissione ha approvato anche due emendamenti : 250 milioni in favore dei comuni e delle Regioni colpite dall’attuale alluvione e per il comparto sicurezza.

Nonostante vi fosse opposizione da parte del governo per la decurtazione dal Fondo di 1,2 miliardi che la legge di stabilità prevedeva di usare per defiscalizzare i contratti di produttività. 

Anche sulla sicurezza l’esecutivo ha espresso parere negativo, nonostante i relatori avessero rinunciato ad un emendamento una norma per venire incontro alle richieste del Ministero del Tesoro.
Pertanto si prevede la possibilità di assunzioni nel campo “sicurezza” «in deroga al blocco del turn over» per la Pubblica amministrazione, per un tetto massimo di 100 milioni. 

Dal 2013, come previsto, l’Iva passera’ dal 21 al 22% (rimanendo invariata quella al 10%), taglio poi dal 2014  al cuneo fiscale per circa 1,4 miliardi di euro.

Impegno di Monti durante il passaggio al Senato della legge di stabilita’ per le pensioni di guerra, per cui ha chiesto alla commissione Bilancio della Camera di non votare gli emendamenti. La Lega, invece, ha preteso il voto sul proprio emendamento, che è stato respinto.

Edgardo Gallo – avvocato

About the Author

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.