Published On: lun, dic 21st, 2020

Mappa dei luoghi dell’antifascismo Barese con l’assessora Ines Pierucci

Share This
Tags

Questo pomeriggio l’assessora alle Culture Ines Pierucci, insieme alla segretaria della CGIL Bari Gigia Bucci, alla vicepresidente provinciale dell’ANPI Anna Lepore e ai rappresentanti del Coordinamento antifascista di Bari, è intervenuta alla presentazione del prototipo del pannello che riporta la mappa dei luoghi simbolo dell’antifascismo barese.

L’iniziativa è stata organizzata simbolicamente oggi, giorno in cui si celebra la prima udienza del processo a carico di 28 esponenti di Casapound, accusati di riorganizzazione del disciolto partito fascista e di manifestazione fascista a seguito dell’aggressione di un gruppo di persone di ritorno da una manifestazione pacifica il 21 settembre del 2018. Nel procedimento giudiziario si sono costituiti parte civile anche il Comune di Bari e la Regione Puglia.

“Il 21 settembre del 2018 è una data che si aggiunge a quelle che la città di Bari ricorda con rabbia e dolore – ha dichiarato Ines Pierucci – e che oggi auspichiamo trovi quanto prima la strada della giustizia con l’avvio del processo sull’aggressione ai danni di un gruppo di manifestanti antifascisti. La nostra città non dimentica e sostiene tutto quanto culturalmente sia utile a sensibilizzare anche le nuove generazioni sulla storia della nostra città, palcoscenico di episodi centrali per la lotta di Liberazione nazionale. Per questi motivi abbiamo accolto con orgoglio questa mappa antifascista e abbiamo voluto posizionarla all’ingresso del Teatro Piccinni, luogo simbolo della democrazia italiana dove a gennaio del 1944 si tenne il primo Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale”.

About the Author

- 19 anni, studente universitario di economia e tirocinante giornalista

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Le immagini scaricabili presenti sul sito vengono dalla rete. Nel caso in cui alcune di esse fossero coperte da vostro copyright e siate in grado di fornire adeguata documentazione, siete pregati di comunicarlo al nostro webmaster il quale provvederà a rimuovere le immagini segnalate o, se preferite, saremo lieti di poter riportare il vostro link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta. Tutti i testi sono da considerarsi proprietà di Made in Italy, salvo diversamente specificato.